Cicatrici da acne: come trattarle efficacemente?

L’acne è una condizione che può colpire non solo gli adolescenti, ma anche gli adulti, causando la comparsa di punti bianchi e neri, brufoli e foruncoli, e potenziali cicatrici antiestetiche sulla pelle. Come si possono trattare?

Indice dei contenuti

A cura del dottor Stefano Lautieri

L’acne è una condizione che può colpire non solo gli adolescenti, ma anche gli adulti, causando la comparsa di punti bianchi e neri, brufoli e foruncoli, e potenziali cicatrici antiestetiche sulla pelle. Queste cicatrici, conosciute come cicatrici da acne, sono piccole ferite di vario colore e dimensioni che conferiscono all’area colpita, come il viso, le spalle o il petto, un aspetto “a fossette” o “butterato”.

Causa di gravi disagi emotivi e di possibili ripercussioni sulla salute, le cicatrici da acne rappresentano un problema da evitare o, almeno, da ridurre al meglio. Trattare l’acne adeguatamente è inoltre indispensabile per evitare che le lesioni peggiorino e diventino cicatrici permanenti.

Cosa sono le cicatrici da acne?

Le cicatrici da acne sono il risultato cutaneo delle lesioni infiammatorie tipiche della patologia acneica, rappresentata da punti neri, brufoli o pustole contenenti pus. Colpiscono soprattutto il viso, le spalle, la schiena e la zona sopra lo sterno.

Se trattate tempestivamente, queste lesioni non lasciano segni permanenti, poiché la pelle possiede la capacità di rigenerarsi e riparare naturalmente i danni cutanei. Al contrario, se trattate in ritardo o nel modo sbagliato, possono perdurare nel tempo e aggravarsi, a causa di una degenerazione delle infezioni. In questi casi, l’infezione può interessare il derma provocando la formazione delle cicatrici e l’aspetto della pelle non è più liscio e uniforme.

Acne comedonica e acne nodulo-cistica

In presenza di acne, è importante trattare l’area colpita appena questa insorge, in modo da evitare che si trasformi in acne nodulo-cistica. Cosa significa?

Accade che, nel passaggio dall’adolescenza all’età adulta, la ghiandola sebacea si otturi; le pelle si ispessisce e la produzione di sebo aumenta. Nel momento in cui il follicolo si tappa, si crea il punto bianco che rimane tale finché la pelle ricorpre il sebo; quando invece la pelle si rompe e il sebo viene a contatto con l’aria, si crea il punto nero. E si origina l’acne comedonica.

Con l’infiammazione del follicolo, i batteri vi penetrano facilmente e provocano la papula o pustola, da cui ha origine il brufolo con il pus. Tale brufolo può evolvere in acne nodulo-cistica, quando la ghiandola sebacea, a causa di questa infiammazione, aumenta di dimensioni e si riempie di pus o sebo.

È quindi fondamentale intervenire prima di arrivare a questa forma, per evitare di combattere a lungo contro fastidiose e persistenti cicatrici.

Cicatrici da acne: prevenzione

Dall’adolescenza all’età adulta, la prevenzione e il trattamento tempestivo dell’acne sono cruciali per preservare l’aspetto estetico, promuovere la salute psicologica e tenere alla larga eventuali complicazioni cutanee a lungo termine. Ecco qualche accorgimento da adottare per prevenire la comparsa dell’acne e un suo peggioramento:

  • La detersione accurata con prodotti delicati da sola non è sufficiente; inoltre, bisogna fare attenzione a non eccedere con la detersione che potrebbe seccare la pelle
  • È importante evitare di toccarsi e di spremersi i brufoli per evitare la sovrainfezione e possibili esiti cicatriziali permanenti
  • Il fumo e lo smog possono ostruire i pori cutanei, innescando l’infiammazione e aggravando l’acne: meglio evitare
  • Gestire lo stress è cruciale per evitare la iperseborrea, prevenendo l’infiammazione batterica che porta alla formazione di brufoli e punti neri
  • Adottare uno stile di vita salutare e praticare attività fisica regolare aiuta a mantenere gli ormoni in equilibrio e ridurre l’insorgenza dell’acne
  • Limitare il consumo di zuccheri può aiutare a prevenire l’acne poiché può ridurre la produzione di sebo e l’infiammazione cutanea
  • L’esposizione al sole può offrire dei benefici, ma l’eccessiva esposizione può aumentare l’infiammazione cutanea e l’aggravamento delle condizioni dell’acne stessa. È essenziale quindi un’esposizione solare equilibrata
  • Prestare attenzione durante la rasatura è fondamentale per evitare l’irritazione cutanea e la proliferazione di batteri che possono portare a peggioramenti dell’acne

Cicatrici da acne: rimedi

L’acne è una delle malattie della pelle più comuni. In Italia 9 adolescenti su 10 ne sono colpiti e anche gli adulti, per quanto in misura decisamente inferiore (1 su 10), ne soffrono. Proprio per la sua diffusione e le cicatrici che spesso comporta, non mancano i trattamenti con cui ridurre i segni di questa patologia cronica.

Innanzitutto, è fondamentale affidarsi sempre a uno specialista che possa adottare la strategia migliore, in base al caso specifico. Noi in Nova Salus abbiamo una branca specifica dedicata.

Nel caso in cui le cicatrici da acne siano evidenti, infatti, è possibile adottare o combinare alcuni tra questi rimedi:

  • Il laser frazionale crea un’esfoliazione profonda, stimola l’attività del derma, rompe la fibrosi delle cicatrici e migliora l’aspetto della pelle riducendo la visibilità delle stesse cicatrici del 70%. Consta di 3 sedute, solitamente effettuate a distanza di un mese l’una dall’altra
  • I detergenti specifici contengono sostanze agenti ed efficaci sull’acne
  • Gli integratori agiscono attraverso nutrienti regolando la produzione di sebo e riducendo l’infiammazione
  • Gli antibiotici hanno funzione antibatterica e antinfiammatoria
  • “Rigenera”, la tecnica più innovativa, si basa sul prelievo delle cellule staminali dalla zona sana di un distretto vicino (di solito dietro le orecchie), e impiantato nelle aree colpite dalle cicatrici. Si tratta di una tecnica di chirurgia poco invasiva, solitamente associata al laser, che utilizza le cellule staminali per fornire attività rigenerativa nel lungo periodo
  • I peeling chimici a base di acido salicilico sono terapie curative utilizzate per controllare l’acne attiva. Constano di cicli di 4-6 sedute durante le quali l’acido salicilico agisce sia sulla ghiandola sia sull’esfoliazione cutanea
  • La terapia farmacologica rinnova la pelle ma presenta alcune controindicazioni. Per questo, è una soluzione adottata più raramente e solo per i casi più gravi

La consapevolezza delle pratiche preventive e curative per le cicatrici da acne è quindi fondamentale per preservare la salute della pelle e il benessere generale della persona. Consulta sempre un esperto per il trattamento mirato della tua condizione.

A cura del dottor Stefano Lautieri

Chi siamo

Nova Salus è una struttura sanitaria privata, accreditata dal Servizio Sanitario per diverse specialità mediche. Un riferimento nella Venezia Giulia, con sedi a Gorizia, Cervignano e Monfalcone.

Sulla struttura sanitaria